Archivio per la categoria in progress

EX-POLO GUIDOTTI PISA

EX-POLO GUIDOTTI PISA

Il progetto per il nuovo polo didattico nell’area ex-Guidotti prende spunto dal contesto cittadino in cui si inserisce. Si articola in tre corpi che variano la loro altezza al fine di accostarsi alla città antica e alla sua articolazione, denunciando all’esterno le destinazioni d’uso degli ambienti interni. Il vestibolo diviene punto d’eccellenza per collocare un ‘’evento’’ architettonico, assolve alla funzione di passaggio tra la città e il giardino interno al polo didattico e assume il carattere di luogo chiuso-aperto grazie alla copertura a piccole vele triangolari gonfiate dal vento, che conferiranno all’ambiente luminosità e senso di apertura. PRESTO ON-LINE PER TUTTE LE INFO.


Share this:

Casa CL

“Ottocento a Firenze”. Una ristrutturazione contemporanea non può sottovalutare la ricerca di “ricchezza” formale che a volte si trasforma in espressione nell’uso di stucchi e di decori per pareti e soffitti sembra a volte risarcisce il frazionamento o accorpamento attuale di appartamenti prodotti a “cavallo” tra ottocento e novecento. Seguendo la “visione” ottocentesca della “camera” la ricucitura architettonica derivante dal frazionamento non può abbandonare lo stucco e la sua capacità di dare valore agli spazi in tutte le scale di intervento fino al dettaglio: capitelli. Lesene, cornici, etc avvolti però in un bianco capace di legare il tutto pur nella differenza. PRESTO ON-LINE PER TUTTE LE INFO.


Share this:

MODICA – PIAZZA MEDITERRANEO

MODICA – PIAZZA MEDITERRANEO

L’importanza di Piazza Mediterraneo a Modica è planimetricamente tangibile attribuibile al fatto di essere una cerniera fisica tra l’edificato e il mare. Attualmente risulta essere occupata da un parcheggio fuori terra. Il progetto mira a riqualificare l’intera area “nascondendo” le auto in un parcheggio sottostante e donare così di nuovo ai cittadini un luogo di incontro e di sguardo verso il mediterraneo. PRESTO ON-LINE PER TUTTE LE INFO.


Share this:

Tonalite Spa – Uffici e showroom

Tonalite Spa – Uffici e showroom

Il progetto di interni per i nuovi uffici commerciali, direzionali e per il nuovo showroom per Tonalite Spa prevede uno spazio a-materico dove la prevalenza dei colori chiari e l’assenza di texture contraddistingue l’ambiente interno. PRESTO ON-LINE PER TUTTE LE INFO.


Share this:

NOSM – Nuovo Ospedale Stella Maris

NOSM – Nuovo Ospedale Stella Maris

L’organizzazione architettonica del nuovo progetto Stella Maris deriva dalla sintesi del “triangolo” come elemento generatore del sistema ospedaliero al fine di ottimizzarne il funzionamento e dal concetto di “tenda” come contenitore di una “casa famiglia”. La forma con tre bracci permette di ottimizzare le distribuzioni interne attraverso un nucleo centrale di smistamento e di dare una forma allungata e non impattante al sistema ospedaliero. Un’architettura “non statica”, ma dinamica per la forma e per le finiture esterne come il vetro che cinge linearmente i corpi allungati e le “palpebre” di ETFE bianco. Lo scopo è quello di creare uno spazio “buffer” tra la facciata in vetro “double glazed” e la “pelle esterna”, in modo da garantire il massimo controllo igrotermico dell’edificio. La scelta di questo tipo di linguaggio permette di non dare all’architettura l’ immagine di un classico ospedale, ma come un’architettura che come una tenda accoglie le persone. PRESTO ON-LINE PER TUTTE LE INFO.


Share this:

MASTERPLAN – SCANDICCI

MASTERPLAN – SCANDICCI

Il progetto opera in un’area di trasformazione (TR04C) destinata alla realizzazione più rilevante del nuovo centro della città di Scandicci, sviluppata attorno al tracciato tramviario e fortemente caratterizzata dall’inserimento di servizi e funzioni pregiate (tra cui spazi e strutture per la formazione, strutture turistico-ricettive, attività direzionali e di servizio, attrezzature per il tempo libero e lo sport, esercizi commerciali al dettaglio etc. L’area di trasformazione in oggetto corrisponde alle zone 3, 4, 5, 6, 7, 8 e 9 del “Programma Direttore per la realizzazione del nuovo centro della città”, elaborato dall’Arch. Richard Rogers.


Share this:

ARCHIVIO POST12