Casa CL

CASA CL | FIRENZE CAPITALE | 2013

SCHEDA PROGETTO | DATI

LUOGO | Firenze (FI)

TEMA | Progetto di interni per una residenza privata

PROGETTO ARCHITETTONICO | Paolo Di Nardo e Simone Chietti

PRESTAZIONI PROFESSIONALI | Progetto Preliminare, definitivo, esecutivo, DL

DESCRIZIONE DEL PROGETTO | MODALITA’ DI INTERVENTO

Il 2015 segna i 150 anni di un evento, Firenze capitale, che ha mutato la città, sedimentata nei secoli attraverso trasformazioni non solo urbane o architettoniche, ma soprattutto di gusto degli spazi.
L’area attorno ai viali di circonvallazione e quindi lungo le mura trecentesche demolite dagli interventi di “modernizzazione” del Poggi risente di questo nuovo “gusto” estetico, sia nell’architettura ottocentesca degli edifici di derivazione piemontese e francese, sia negli interni con una nuova concezione nell’organizzazione degli spazi che nelle stesse finiture di quest’ultimi.
All’interno dei Palazzi gli appartamenti si articolano per “camere” senza distinzione di dimensione, ma seguendo la funzione e non l’importanza compositiva: camera da pranzo, camera da bagno etc. Questo a definire l’importanza del decoro che non lascava mai al caso l’effetto estetico di “ricchezza” borghese qualsiasi fosse la “camera” e non la stanza. Una ristrutturazione contemporanea non può sottovalutare questa ricerca di “ricchezza” formale a volte espressione anche dell’eccesso stilistico. L’uso di stucchi e di decori per pareti e soffitti risarcisce a volte il frazionamento attuale di appartamenti, un tempo di alta rappresentanza anche per la loro dimensione.
Seguendo la “visione” ottocentesca della “camera” la ricucitura architettonica derivante dal frazionamento non può abbandonare lo stucco e la sua capacità di dare valore agli spazi in tutte le scale di intervento fino al dettaglio: capitelli. Lesene, cornici, etc avvolti però in un bianco capace di legare il tutto pur nella differenza.

CONDIVISIONE | SOCIAL

Share this:

Share this: