Piazza del Carmine

PIAZZA DEL CARMINE | FIRENZE | 2009

SCHEDA PROGETTO | DATI

LUOGO | Firenze, Italia

TEMA | Studio di fattibilità per parcheggio interrato e riqualificazione di Piazza del Carmine

PROGETTO ARCHITETTONICO | Paolo Di Nardo

COMMITTENTE | Firenze Mobilità spa

IMPORTO LAVORI | Euro 9.000.000

PRESTAZIONI PROFESSIONALI | Studio di Fattibilità

DESCRIZIONE DEL PROGETTO | MODALITA’ DI INTERVENTO

L’intervento prevede la realizzazione di un parcheggio interrato di due piani al di sotto dell’area attualmente destinate a parcheggio di superficie, in Piazza del Carmine. L’area di parcheggio si colloca di fatto sotto la zona centrale della piazza, che verrà così pedonalizzata e riqualificata. La riorganizzazione e la riqualificazione della piazza prevede la completa ripavimentazione della piazza con materiali lapidei artificiali e l’inserimento di alberature su due lati della piazza, esternamente al perimetro del parcheggio interrato. Saranno inoltre previste delle sedute in pietra e una illuminazione in grado di mettere in risalto gli elementi principali del nuovo spazio. La superficie fra questa zona centrale e il perimetro degli edifici sarà pavimentata con lastre di pietra artificiale tipo “pietra serena”. I grigliati dell’aereazione, che saranno collocati perimetralmente al parcheggio, saranno di fatto “mimetizzati” nel disegno generale della piazza per minimizzare al massimo l’impatto visivo. Il rapporto fra la Chiesa e la sua Piazza si ristabilisce attraverso un “ribaltamento” della sua facciata sulla Piazza, che porta alla creazione di un sagrato distinto, oltre che ad una finitura in pietra diversa rispetto all’area circostante, anche da un “movimento” come se il sagrato fosse una lastra di pietra che da un lato, verso la piazza, penetra nella terra, dall’altra, verso la chiesa, si alza verso il celo. Naturalmente tali “movimenti” sono limitati, sufficienti tuttavia a costruire delle sedute e a permettere di sfruttare i tagli laterali per l’aerazione del parcheggio interrato, e sufficienti a rendere leggibili l’epitaffio che vi è riportato sopra. Infatti per sottolineare il forte legame tra la piazza e la chiesa ma anche per sottolineare l’importanza artistica e la sua storia.

CONDIVISIONE | SOCIAL

Share this:
Share this: