C086_ITALIAN TRADITION MARKET_IN PROGRESS

C086_ITALIAN TRADITION MARKET_IN PROGRESS

Il filo della storia. Bologna, terra di passaggio e storia, nasconde i resti di un importante memoria storica sotto l’attuale tessuto cittadino, il Teatro Romano di Bologna, costruito nell’88 a.C., considerato come il primo teatro romano costruito in muratura. Le stratificazioni nel tempo lo hanno eclissato, facendolo quasi dimenticare dalla popolazione. Il progetto mira a focalizzare l’attenzione sulle rovine del teatro. L’edificio che ora abbraccia il teatro è composto da 3 piani articolati con percorsi, spazi aperti, spazi chiusi e doppie altezze; l’obiettivo è quello di guidare il flusso dei visitatori in un percorso che conduce alle rovine, dal quale poi si potrà accedere a tutti gli altri spazi del mercato. Il tema della memoria e della stratificazione temporale prende forma nel nuovo layout, trasformandosi in un filo dorato, simbolo di condivisione, purezza e identità, che avvolge tutti gli spazi interni dell’edificio. PRESTO ON-LINE PER TUTTE LE INFO.


Share this:

C033_PIAZZA MONTANELLI_FUCECCHIO

C033_PIAZZA MONTANELLI_FUCECCHIO

Una nuova Piazza per Fucecchio. Il progetto per Piazza Montanelli nasce seguendo tre elementi distintivi che lo hanno guidato fino alla sua realizzazione, Pietra, Acqua e Vegetazione. La nuova Piazza cerca invece, di incentivare la socializzazione tra i cittadini donando loro uno spazio fino a poco tempo fa assente, una piazza luogo di comunità, identità, dove potersi ritrovare.
leggi tutto…


Share this:

FONDAZIONE IRCSS – Nuovo Ospedale Stella Maris

FONDAZIONE IRCSS – Nuovo Ospedale Stella Maris

L’organizzazione architettonica del nuovo progetto Stella Maris deriva dalla sintesi del “triangolo” come elemento generatore del sistema ospedaliero al fine di ottimizzarne il funzionamento e dal concetto di “tenda” come contenitore di una “casa famiglia”. La forma con tre bracci permette di ottimizzare le distribuzioni interne attraverso un nucleo centrale di smistamento e di dare una forma allungata e non impattante al sistema ospedaliero. Un’architettura “non statica”, ma dinamica per la forma e per le finiture esterne come il vetro che cinge linearmente i corpi allungati e le “palpebre” di KRION bianco. PRESTO ON-LINE PER TUTTE LE INFO.


Share this:

C097_NMA_FIRENZE

C097_NMA_FIRENZE

Il progetto del nuovo mercato è costituito da 27 box, più uno per servizi igienici, per un importo complessivo di un milione di euro. Le strutture sono disposte su due file di 14 elementi, con lo spazio centrale parzialmente coperto da una struttura leggera in acciaio e policarbonato in modo da configurare una vera ‘strada coperta dell’antiquariato’. I box occupano di fatto solo il 50% della superficie di piazza Annigoni, lasciando libera la parte davanti al futuro ingresso della facoltà di Architettura anche per eventi, mostre e manifestazioni.
leggi tutto…


Share this:

ISF – NUOVO CAMPUS – BAGNO A RIPOLI – FI

ISF – NUOVO CAMPUS – BAGNO A RIPOLI – FI

L’architettura è scaturita dall’orografia del terreno e contraddistinta dalla materializzazione delle tre curve di livello dalle quali gli ambienti interni prendono luce; le aule, oltre ad affacciarsi verso il paesaggio guardano su di una successione di corti interne che ne garantiscono l’illuminazione e la ventilazione attraverso fori disposti sulla copertura verde. La costante attenzione rivolta al rispetto dell’ambiente, si traduce concretamente nella ricerca di soluzioni progettuali che consentono allo studente di avere un rapporto continuo e diretto con l’esterno e con la natura; elementi che divengono parte integrante di tutte le attività svolte durante l’arco della giornata, e che trovano attuazione nella scelta di dotare anche gli ambenti interni. Grandi pareti vetrate verso valle segnano il confine impercettibile tra “paesaggio costruito” e “paesaggio naturale” in costante e continuo dialogo tra di loro. PRESTO ON-LINE PER TUTTE LE INFO.


Share this:

C105_COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA_PIAZZA ORSINI

C105_COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA_PIAZZA ORSINI

Il significato latino di “porta” riconduce al significato di “paesaggio” ed è la stessa di “portus” o dal greco “poros” , cioè “porto”. Da questa sintesi ambientale e fisica nasce l’idea del progetto come soglia di passaggio che ha sempre due limiti ambientali: il mare e la terra, la città, il Castello. Una soglia che è “principio”, “inizio” e “fine” di un passaggio e che si materializza nella piazza, in parte coperta, che metaforicamente richiama la stanza, la camera con vista: un luogo identitario protetto della casa Castiglione della Pescaia.
leggi tutto…


Share this: