Kome

KOME | RISTORANTE GIAPPONESE | 2008

SCHEDA PROGETTO | DATI

LUOGO | Firenze (FI)

PROGETTO ARCHITETTONICO | Carlo Caldini con ARX

IMPRESA | Masini Impianti

PRESTAZIONI PROFESSIONALI | Progetto di massima, definitivo, esecutivo, DL

DESCRIZIONE DEL PROGETTO | MODALITA’ DI INTERVENTO

L’intervento per l’inserimento del ristorante etnico in un edificio storico nei pressi di Santa Croce, lungo il tracciato dell’anfiteatro romano, ha previsto la il consolidamento delle volte e delle arcate prospicienti la via principale (Via de’ Benci), e la riapertura di quest’ultime per riportare il prospetto sul fronte strada alla configurazione originaria. Una controsoffittatura sinuosa al piano terra diventa elemento di rilettura dello spazio interno. Una sorta di vulcano dorato che, attraversa il “cratere”, indica la presenza di una sala più raccolta al piano superiore. La sinuosità del soffitto raccoglie i clienti attorno al maestro cuoco e la tempo stesso allude alla sensualità del rito della consumazione del sushi. La doratura è l’elemento attrattore che ammicca ai passanti, ma è anche un discreto richiamo alla tradizione giapponese, l’unico su questo livello, per la scelta di superare la stereotipazione del ristorante etnico. Al piano superiore i ruoli tra cliente e cuoco si confondono grazie ai tavolini dotati di grill. Il livello seminterrato caratterizzato da ampie volte a crociera è stato oggetto di un intervento discreto e rispettoso che restituisce a questo spazio l’immagine originaria.

CONDIVISIONE | SOCIAL

Share this:

Share this: